This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Cookie Policy

Under the measure of the italian Privacy Authority "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014", please note the following:

The website www.iisgalilei.eu and its subdomains do not use profiling cookies, nor any personal user's data is purposely acquired by the website.

The website makes use of technical cookies. These are fundamental in order to maintain user's sessions, to guarantee connection confidentiality and to keep our platform safe. These cookie do not track any user personal data.

Analytics cookies are also used by the server. Anonymous statistical data are collected in order to improve website's functionality and feeling. These cookies are collected by third-party companies (Google Inc.).

Using the website implies accepting this policy. In case you would like to avoid cookies' tracking, leave the website and delete registered cookies on your web browser. Useful guides about it could be usually reached by pressing the "F1" key on the keyboard.

CONTRASTO AI FENOMENI DEL BULLISMO E CYBERBULLISMO

 Referente di Istituto prof. Alessio Bersanetti

Riferimenti normativi

Prima di tutto è utile ricordare che, come riportato nel sito del MIUR al seguente link, "Il cyber bullismo è la manifestazione in Rete di un fenomeno più ampio e meglio conosciuto come bullismo. Quest'ultimo è caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un bullo, o un gruppo di bulli, su una vittima. Le azioni possono riguardare molestie verbali, aggressioni fisiche, persecuzioni, generalmente attuate in ambiente scolastico. Oggi la tecnologia consente ai bulli di infiltrarsi nelle case delle vittime, di materializzarsi in ogni momento della loro vita, perseguitandole con messaggi, immagini, video offensivi inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web tramite Internet. Il bullismo diventa quindi cyberbullismo. Il cyberbullismo definisce un insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, realizzate mediante strumenti elettronici (sms, mms, foto, video, email, chat rooms, instant messaging, siti web, telefonate), il cui obiettivo e quello di provocare danni ad un coetaneo incapace di difendersi."

Nell’ottica di un approccio sistemico, sviluppato dal Ministero dell’Istruzione in coerenza con le "Linee di Orientamento per la prevenzione e il contrasto del Bullismo e Cyberbullismo" (aggiornamento 2021) e in continuità con le precedenti "Linee di Orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo" (2017), nel richiamo della Legge n.71 del 2017 recante "Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo", ogni Istituto scolastico, nell’ambito della propria autonomia, è invitato a nominare (o riconfermare) fino a due docenti referenti, per sostenere le strategie di prevenzione e contrasto del bullismo e cyberbullismo.

Di seguito vengono riportate, in ordine cronologico, le coordinate di riferimento per il contrasto ai fenomeni del bullismo e cyberbullismo:

Il Galilei al concorso Safer Internet Day

Il concorso Safer Internet Day è promosso dall'Intendenza scolastica italiana in occasione del Safer Internet Day, giornata internazionale per la sicurezza online, istituita e promossa dalla Commissione Europea, per invitare alunni, studenti e docenti a riflettere sui fenomeni del cyberbullismo e dello hate speech, migliorando il senso di responsabilità dei giovani.
L’obiettivo è contribuire a contrastare la violenza online e promuovere la cittadinanza digitale negli studenti della Provincia Autonoma di Bolzano.
Di seguito sono riportate le partecipazioni del nostro Istituto al concorso con i relativi link al canale YouTube della scuola per poter visualizzare i progetti realizzati:

  • Anno scolastico 2019-2020 --> classi partecipanti 2^I (clicca qui per vedere il progetto) e una parte della classe 3^E (clicca qui per vedere il progetto)

  • Anno scolastico 2020-2021 --> classe partecipante 1^C (clicca qui per vedere il progetto)

    • Il progetto della classe 1C si è posizionato al secondo posto (a pochissimi punti dal primo) tra i progetti delle scuole secondarie di primo e secondo grado: la commissione esaminatrice ha ritenuto di premiare (con lo stesso premio previsto per i primi classificati) anche la classe del nostro 1^C del nostro Istituto. Ogni alunno della classe ha ricevuto una borraccia di alluminio riutilizzabile.

Regolamento interno per la prevenzione e il contrasto ai fenomeni del bullismo e cyberbullismo

La scuola, in collaborazione con la famiglia e con le agenzie educative presenti sul territorio, ha il compito di educare e di vigilare affinché tutti gli alunni possano vivere serenamente il loro processo di crescita e di apprendimento. Per tale motivo essa pone in atto misure sia educative e formative che specifiche norme di comportamento e sanzioni conseguenti, per arginare ed eliminare ciò che mina il benessere dei singoli alunni. In questa ottica deve essere inquadrato il seguente Regolamento sul contrasto ai fenomeni del bullismo e del cyberbullismo. In particolare, questo Regolamento risponde alle "Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo delineate dalla Legge del 29 maggio 2017, n. 71".

Scarica qui il regolamento per il contrasto ai fenomeni del bullismo e del cyberbullismo

Informazioni utili

Il sito web Generazioni Connesse fornisce i seguenti servizi (del tutto anonimi) per bambini, adolescenti ed adulti:

Help-line -- > Se hai bisogno d'aiuto contatta la linea d'ascolto 1.96.96
La linea di ascolto 1.96.96 e la chat di Telefono Azzurro accolgono qualsiasi richiesta di ascolto e di aiuto da parte di bambini/e e ragazzi/e fino ai 18 anni o di adulti che intendono confrontarsi su situazioni di disagio/pericolo in cui si trova un minorenne.

Hot-line --> Scopri come segnalare contenuti illegali scoperti online
l servizio Hotline si occupa di raccogliere e dare corso a segnalazioni, inoltrate anche in forma anonima, relative a contenuti pedopornografici e altri contenuti illegali/dannosi diffusi attraverso la rete


Le accennate linee guida del 2017 hanno consentito lo sviluppo di alcune strategie aventi un primo significativo impatto sulla prevenzione contrasto dei fenomeni. Si è resa possibile la creazione di una specifica Piattaforma ELISA (E-learning degli Insegnanti sulle Strategie Antibullismo).

La piattaforma Elisa (www.piattaformaelisa.it), realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze, consente un percorso di formazione gratuita, avviato dal 2018, rivolto principalmente ai docenti referenti in materia di bullismo e cyberbullismo incardinati presso le diverse istituzioni scolastiche per l’acquisizione di utili competenze psico-pedagogiche e sociali.

I contenuti del percorso di formazione vanno dalla definizione e caratteristiche del bullismo e del cyberbullismo alle azioni per prevenire e intervenire efficacemente su tali fenomeni. Durante il percorso vengono offerti strumenti operativi scaricabili e utilizzabili a scuola, approfondimenti, esercitazioni pratiche e questionari finali per un’autovalutazione. Il referente dell'Istituto, prof. Alessio Bersanetti, che ha terminato con successo il percorso di 25 ore, rimane a disposizione di chiunque richieda tali materiali.

Go to top